La domenica dello shopping 

 

Non capirò mai perché la domenica tutti decidono di riversarsi nei centri commerciali per fare cosa, poi, che nessuno compra niente?! Quando hai bisogno di qualcosa in maniera urgente e devi andarci per forza, è un disastro. Non si trova posto neanche a pagarlo oro, tutti sono nervosi, per la strada si trovano file chilometriche dove tutti hanno la freccia per girare a destra, dove tu sai che si trova il maledetto centro commerciale.

Ieri era la mia volta. In realtà era la mia ragazza a doverci andare, ma visto che dovevo prendere un paio di cose per il bricolage, avevo accettato con molto piacere all’idea di passare un week end tradizionalmente nel centro commerciale, come non facevamo da tanto tempo. Lei doveva cercare una di quelle sedie ufficio per il suo studio, quindi neanche doveva far shopping in classico stile femminile, che anche se cascasse il mondo bisogna restar chiusi lì fino a chiusura.

Il panico più assoluto. Non c’era posto, tutti sembravano aver avuto la nostra stessa idea e, ok che era una giornata uggiosa con pioggia e freddo, ma santo cielo. Tutti a vagare come zombies, bambini che urlavano perché volevano il giocattolo appena uscito che i genitori non gli volevano prendere. Ma cosa li portate a fare con voi i bambini se poi non li ascoltate neppure? Pretendete che stiano calmi e pazienti mentre guardate milioni di vetrine?!

La nostra gita è durata poco. Abbiamo visto la quantità di gente presente in quel luogo e abbiamo deciso che forse non era il caso di rimanere lì. L’auto ormai l’avevamo parcheggiata, uscire era difficile quasi quanto entrare nel parcheggio, quindi ce ne siamo andati a fare un giro in centro e a prenderci una crepe. Mai più!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *