Mamma, perché?!

Sono un bamboccione come direbbe qualcuno, ho quasi trent’anni e vivo ancora coi miei. Lavoro dopo aver studiato un sacco, ma ancora non posso permettermi di andarmene a vivere fuori di casa: collaboro alle spese e alle faccende, insomma sono un ragazzo da sposare, ammettetelo.

Mia madre è e sarà per sempre la donna più importante della mia vita, c’è poco da fare. Peccato che a volte si impegna veramente tanto per mandarmi fuori di testa. Ieri è tornata dalla palestra, si è fiondata nella mia stanza chiamandomi a gran voce dalle scale con un entusiasmo piacevole e insolito. Di solito torna stremata, sudata e morente, si butta nella vasca e ci sta almeno una mezz’ora buona, tra musica soffusa e sali da bagno.

Mi è sembrato strano che fosse così di buon umore ed energica dopo la palestra, ma poi ho capito. Le era entrato in testa di voler comprare un tapis roulant, non ho ancora ben chiaro il motivo, ma questo era ciò che le causava tanto entusiasmo. Il suo discorso era, in pratica, che comprando un treadmill avrebbe speso tanto sì in una volta sola, ma poi non avrebbe più dovuto pagare l’abbonamento per la palestra e quindi in futuro avrebbe risparmiato. Spende 15 euro al mese, basta fare un rapido conto per capire che questo investimento si rivelerà ottimo fra un sacco di tempo.

Ma va bene, è il suo compleanno fra poco e potrei coinvolgere il resto della famiglia per regalarglielo, ho pensato. Ma no, voleva quello che ha anche in palestra. Visita il sito web, me l’ha dato Paolo, il ragazzo della palestra, è la stessa marca che hanno loro! 

Quando ho visto il numero di zeri che avevano le cifre mi sono fermato un attimo e le ho fatto capire che sarebbe stato un investimento intelligente fra almeno 3 anni. Per fortuna ha desistito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *