Svegliata da una notifica 

Ho avuto una giornata pesantissima, avrei voluto dormire per un anno intero, ma sapevo benissimo che, prima o poi, la sveglia avrebbe iniziato a suonare. Io fin da piccola ho il vizio di contare sempre quante ore mi rimangono di sonno da quando vado a dormire a quando so che dovrò alzarmi, non importa se me lo dice il telefono quando imposto la sveglia, devo contarli personalmente con le dita.

Insomma, ieri, dopo una giornata che mi ha messo veramente a dura prova, facendo il mio solito conto avevo ben 9 ore di sonno che mi aspettavano. Esaltata e felice per essere andata a dormire a un orario umano, mi sono messa a letto speranzosa e con l’anima in pace, convinta che al mattino avrei avuto un aspetto fresco e decente.

Se non fosse che una dannatissima notifica mi ha svegliata. Mi ero scordata di impostare il non disturbare, modalità che in teoria avevo capito entrasse in vigore automaticamente da una certa ora in poi. Probabilmente ho sbagliato a impostare qualcosa io, ma quel che conta è che mi sono svegliata.

Non ho neppure guardato il telefono per vedere se effettivamente fosse la sveglia, mi sono diretta in cucina in modalità zombie e mi sono fatta il caffè. Dando uno sguardo all’orologio ho visto che erano le 4 e mezza: avevo ancora tre ore di sonno, perché ero in piedi in casa mia e stavo bevendo del caffè?

Mi sono precipitata di nuovo in camera e ho guardato il telefono. Non era la sveglia, era una notifica di una mail ricevuta. Come scegliere il materasso memory su cui dormire sonni tranquilli. Istintivamente, e in preda alla furia più assoluta, ho risposto al mittente della mail, nonostante fosse una mail preconfezionata. Ho scritto grazie tante, i sonni tranquilli li stavo già dormendo beatamente nel materasso che ho scelto io!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *